Mostra: 1 - 10 di 33 RISULTATI

L’Astra ritorna a vivere

Dopo vent’anni di chiusura e lavori, lo spazio sarà luogo di spettacolo e cultura

Un iter iniziato vent’anni fa, con la prima Amministrazione Campus, finalmente vede la sua conclusione, con la seconda Giunta Campus, e la restituzione di un importante spazio di cultura alla città. Giovedì 9 settembre il sindaco Nanni Campus, l’assessora Rosanna Arru e gli assessori Niccolò Lucchi Clemente e Gianfranco Meazza, con i presidenti delle due Compagnie del RTA (Raggruppamento Temporaneo di Associazioni) CineTeAstra, Mario Lubino per la Compagnia Teatro Sassari e Pier Paolo Conconi per la Compagnia Teatro La Botte e il Cilindro, hanno presentato alla stampa gli spazi del Cine Teatro Astra (Ex Astra). All’incontro hanno partecipato anche il presidente del Consiglio comunale Maurilio Murru, la dirigente del settore Cultura Chiara Seazzu e quello dei Lavori pubblici Piergiovanni Melis, i tecnici e gli artisti.

I lavori. Nel 2004 la prima Giunta Campus, per la ristrutturazione del vecchio cinema Astra, dopo aver ottenuto la proprietà dell’immobile grazie a una transazione con la famiglia Guarino a cui l’ex Astra apparteneva, ha chiesto e ottenuto un finanziamento di 5 milioni di euro dai fondi europei del Piano Integrato d’Area (Pia) SS04. I lavori sono iniziati soltanto nel 2010 ed eseguiti dall’Ati, composta da Vacomic srl e Cosaco srl, e hanno visto gli operai impegnati a rifare completamente i solai del vecchio cinema. Le strutture prima in cemento armato sono state eliminate, abbattute, e sostituite con solai in acciaio. I pilastri, poi, sono stati rinforzati con travi in fibra di carbonio. Il cinema teatro ha una superficie di 1200 metri quadri, 361 posti, dei quali 261 in platea e 100 in galleria, cinque bagni più uno per persone con disabilità destinati al pubblico. Il palcoscenico ha una superficie di 130 metri quadri; ci sono cinque locali per i camerini e un locale destinato ad area presidiata per i vigili del fuoco e un deposito. Al primo piano, dove si trova l’ingresso, è stata predisposta un’area per il bar, la biglietteria e il guardaroba. Al piano galleria, poi, è stata installata e funzionante una cabina di proiezione. I lavori per bar, biglietteria e guardaroba saranno eseguiti più avanti. Il RTA ha già provveduto all’acquisto di un traliccio con argano su cui saranno installate ulteriori luci per appianare l’insufficiente illuminazione esterna, necessaria per la messinscena degli spettacoli. Considerato che l’accesso al palco presenta delle difficoltà oggettive dovute alle due ripide rampe di scale (12 gradini ciascuna), si ritiene necessaria l’installazione di una rampa/scivolo/scala, utile non solo per le persone con disabilità ma anche per gli attori e tecnici in caso di difficoltà logistiche (trasporto scene, attrezzeria, costumi, etc).

La storia. L’edificio, realizzato nel 1935 su progetto dell’ingegner Emanuele Paolini, faceva parte dell’ampio complesso della Casa del Balilla, all’epoca gestito dall’ente di regime G.I.L. (Gioventu ltaliana Littorio) trasformato nel dopoguerra in G.l. (Gioventu ltaliana). La forma architettonica è dichiarata come “razionalista”, priva di orpelli, presuntivamente ricondotta a misura essenzialmente connessa ai bisogni. La storia d’uso dell’edificio è quella di locale cinematografico di terza categoria, destinato, sin dal dopoguerra a proiezioni di quinta e sesta visione, a basso costo d’entrata. Nei primi anni del dopoguerra la gestione fu direttamente affidata alla G.l. e, in seguito, da questa ceduta in concessione e fitto a diversi piccoli gestori. La struttura venne poi concessa a gestori di locali cinematografici sassaresi che ne hanno di fatto gestito le attività per diversi anni. In seguito si assistette a un nuovo rapido abbassamento dell’offerta e infine, almeno per l’ultimo decennio della gestione, a un uso di proiezione di sola pornografia. La struttura passò nel possesso della Regione Sardegna per effetto delle leggi che posero fine alla vita di numerosi enti fra i quali Ia G.l.. Nel 2004 il Comune ha approvato il progetto preliminare dei lavori di ristrutturazione del Cinema Astra, perché diventasse luogo di attività teatrali, musicali, artistiche e culturali. Nella primavera 2020, è stato pubblicato il bando di concessione in comodato d’uso per l’utilizzo del “CineTeatro ex Astra” di proprietà comunale. Con questo atto il Comune ha inteso porre fine a un travagliato percorso burocratico durato vent’anni, tra chiusura e abbandono della struttura, reperimento fondi, progettazione, realizzazione e collaudi. I lavori sono infatti stati interrotti nel 2015 ma la struttura non poteva ancora essere utilizzata in attesa del suo completamento e del superamento di numerose criticità. Per arrivare all’affidamento in gestione sono così trascorsi altri cinque anni. A ciò si è aggiunta la pandemia, che ha posticipato di un altro anno la consegna ufficiale delle chiavi.

Il futuro. È intendimento del RTA che si è costituita fra la Compagnia Teatro Sassari e la Compagnia La Botte e il Cilindro favorire l’accesso alla cultura ai cittadini di Sassari e a un bacino di utenza il più ampio possibile, integrando le diverse realtà operanti nel territorio non solo comunale, ma anche regionale, nazionale e internazionale, al fine di promuovere, armonizzare, valorizzare, incrementare il patrimonio culturale, nonché lo sviluppo economico-sociale. Vi sarà una condivisione dello spazio al fine di svolgere le attività del progetto condiviso del RTA e dei progetti che saranno presentati da altri organismi. Il progetto di gestione si basa, infatti, su un accordo, tra la Compagnia Teatro Sassari e la Compagnia Teatrale “La Botte e il Cilindro”, costituito per obiettivi di programmi culturali condivisi, con un progetto di amministrazione gestionale formalizzato con apposito regolamento organizzativo interno. Dopo l’inaugurazione le due Compagnie presenteranno i loro programmi per la stagione 2021-2022. La Compagnia Teatro Sassari aprirà la stagione il 14 e 15 settembre con 4 eventi nella rassegna “Autunno a Teatro”, due nuovi allestimenti del Teatro Sassari e due ospitalità di compagnie sarde. Tra novembre 2021 e marzo 2022 si terrà la XXXI edizione del Festival Etnia e teatralità, che vedrà sul palco oltre la Compagnia Teatro Sassari, diversi ensamble del panorama sardo e nazionale. Seguiranno laboratori e spettacoli per le scuole superiori. La Compagnia la Botte e il Cilindro darà il via il 17 settembre alla nuova rassegna denominata “Famiglie a Teatro” ideata per bimbi e famiglie. Dal mesedi ottobre si conta di poter riavviare la programmazione di spettacoli in matinée per le scuole. Sempre da fine settembre ripartiranno i laboratori teatrali per bimbi, ragazzi e giovani.

Il Comune di Sassari ha mantenuto alcune giornate del calendario per l’organizzazione di propri eventi. Sono già in programma due iniziative: una a fine novembre per ricordare Dante Alighieri e un’altra ai primi di dicembre sulla figura di Grazia Deledda.

Le dichiarazioni. «Abbiamo finalmente restituito alla città un pezzo della sua storia, un luogo che sarà finalmente usato per fare cultura, per creare momenti di aggregazione e spettacolo per tutte le fasce di età – ha dichiarato il sindaco Nanni Campus -. proseguiamo anche in questo caso con il nostro progetto di consegnare e affidare strutture comunali a operatori del territorio specializzati e competenti, così come abbiamo già fatto in ambito sportivo e culturale, col teatro comunale che ora è gestito dall’Ente lirico». Il primo cittadino ha anche sottolineato come:«Fin dall’inizio, quando nel 2004 avevo chiesto il finanziamento, nel progetto c’era la volontà di dare in gestione la struttura a compagnie teatrali cittadine di vernacolo sassarese, detentrici di un’ampia fetta della tradizione e della cultura locale. Un’alternativa più fruibile e polivalente rispetto al teatro civico, che va tutelato come patrimonio monumentale e che ha anche un numero più limitato di posti».

«Ce l’abbiamo fatta, un sogno si realizza, sia per il Comune, per la nuova giunta Campus, sia per le due Compagnie, il Teatro Sassari che per 30 anni ha gestito il Teatro Parodi di Portotorres non avendo spazi in Città e la Botte e Cilindro che ha sino a oggi gestito il Teatro Ferroviario» ha commentato la RTA che si è costituita fra la Compagnia Teatro Sassari e la Compagnia La Botte e il Cilindro. «È importante che la Città si riappropri dopo tanti anni di una nuova struttura, che dovrà fungere da centro propulsore di iniziative teatrali, musicali e coreutiche, per soddisfare la domanda delle associazioni culturali che operano nel territorio e non» hanno concluso.

Settore Lavori Pubblici sintesi lavoro: giugno 2020 luglio 2021

I

Nell’ambito della nuova macrostruttura del Comune di Sassari, il Settore assicura la realizzazione delle nuove opere pubbliche di natura edilizia ed impiantistica; cura le diverse fasi di attuazione del programma dei lavori, dalla programmazione all’attivazione dei finanziamenti, dall’analisi dei progetti e direzione lavori al monitoraggio e controllo delle attività esternalizzate;

Garantisce consulenza e supporto agli altri Settori nelle materie tecniche di competenza.

Cura i procedimenti per la demolizione d’ufficio degli immobili abusivi, ai sensi della L.R. 23/85.

Assicura la gestione amministrativa ed i relativi rapporti con i terzi e cura la conservazione, manutenzione ed implementazione delle strutture logistiche dei cimiteri comunali.

L’attività operativa del Settore è suddivisa nei seguenti 5 servizi: Interventi su beni culturali e complessi monumentali, edifici di culto, Edilizia scolastica, Gestione impianti sportivi, Gestione impianti tecnologici e Uffici comunali. A questi si aggiungono 3 servizi che svolgono attività di staff: Servizio Amministrativo, Servizio Monitoraggio e gestione finanziaria e Servizio Staff.

Si riporta di seguito lo stato di attuazione dei programmi assegnati al Settore e curata dai sopra citati servizi.

II

Interventi su beni culturali e complessi monumentali, edifici di culto:

  • L’ITI è lo strumento a supporto dell’attuazione della strategia Agenda Urbana voluta dalla Commissione Europea per il periodo 2014-2020. E’ sostenuto dai Programmi Operativi Regionali finanziati con le risorse comunitarie del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) e del Fondo Sociale Europeo (FSE). Il progetto prevede un intervento integrato di rigenerazione urbana della cosiddetta “partebassa” del centro storico di Sassari con particolare riguardo ai rioni di San Donato, Sant’Apollinare e di alcune aree adiacenti, quali la Valle del Rosello. L’ITI è articolato in sei azioni distinte. Sono in carico al Settore la sub azione 2.2 – Recupero e adeguamento funzionale del vecchio mercato civico – e la sub azione 3.1 – Recupero e riorganizzazione del palazzo della frumentaria, dell’ex casotto daziario e dell’ex scuola di Sant’Apollinare. Per entrambe le azioni è stato celebrato un concorso di progettazione finalizzato ad individuare l’operatore economico cui affidare i servizi di ingegneria e architettura consistenti nella progettazione, direzione lavori e coordinamento per la sicurezza. Per quanto riguarda la sub azione 2.2 – Recupero e adeguamento funzionale del vecchio mercato civico: con deliberazione della Giunta Comunale n° 191 del 14/07/2020 è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico economica. L’operatore economico incaricato della progettazione ha consegnato il progetto definitivo – esecutivo per la cui approvazione si attende il rilascio del parere da parte della Soprintendenza competente, mentre per quanto riguarda la sub azione 3.1 – Recupero e riorganizzazione del palazzo della frumentaria, dell’ex casotto daziario e dell’ex scuola di Sant’Apollinare: a seguito della definizione di un ricorso giurisdizionale si è proceduto alla stipula del contratto (Rep. N° 26346 del 23/09/2020) per l’affidamento del servizio di progettazione in favore dell’operatore economico vincitore del concorso di progettazione. L’affidatario del servizio ha consegnato il progetto definitivo per la cui approvazione si attende il parere da parte della Soprintendenza competente.
  • Nell’intento di ampliare ed allo stesso tempo migliorare la fruibilità di importanti strutture di proprietà dell’Ente, sono in fase di conclusione i lavori di recupero dell’Ex Ma’ Per consentire la piena fruizione della struttura si è in attesa che l’ENEL completi i lavori di realizzazione e cablaggio della cabina di trasformazione.
  • Negli ultimi anni nella chiesa di Santa Maria in Bethlem e nel così detto “conventino” si sono presentate problematiche di carattere statico particolarmente rilevanti. Al fine di procedere ad un intervento risolutivo il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e la Regione Autonoma della Sardegna hanno disposto in favore del Comune di Sassari due distinti finanziamenti per un importo complessivo di € 1.430.000,00 al quale andrà sommato un cofinanziamento comunale di € 20.000,00. L’Ente Convento dei frati minori conventuali di Santa Maria, proprietario dell’immobile, ha predisposto, attraverso tecnici all’uopo incaricati, il progetto definitivo esecutivo, sul quale la Soprintendenza ha rilasciato il prescritto parere. Il progetto è stato validato dal Responsabile Unico del Procedimento. Con D. G. C. 2021/196 è stato approvato il progetto esecutivo
  • Recentemente il Governo nazionale ha reso nuovamente disponibili i fondi per la realizzazione di interventi di riqualificazione urbana dei quartieri periferici di Latte Dolce, Santa Maria di Pisa, Sassari 2 e Baddimanna”. L’iniziativa riguarda una zona periferica del centro urbano che ricomprende le aree dei quartieri di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa da un lato e Sassari 2 e Baddimanna dall’altro, con l’obiettivo di ricucire queste due aree attraverso una serie di azioni riguardanti la realizzazione di infrastrutture viarie, di riqualificazione del verde urbano e recupero del patrimonio pubblico. Il Settore, nel triennio 2020/2022, pertanto, sarà impegnato nella realizzazione dei seguenti interventi: Recupero edificio ex Serd via Bottego (€ 2.673.676,24), Recupero ex scuola materna di via Cedrino (€ 1.128.050,00), Attrezzature collettive – impianti sportivi- impianti quartiere di Baddimanna (€ 621.500,57). Relativamente al Recupero dell’edificio ex Serd di via Bottego, l’operatore economico incaricato della progettazione ha presentato il progetto esecutivo che, a seguito della validazione a cura del R.U.P. previa attività della commissione di verifica e validazione, sarà sottoposto ad approvazione e, successivamente, potrà essere bandita la gara d’appalto per l’affidamento dei lavori. Degli agli altri due interventi, invece, è stato affidato l’incarico per la progettazione la cui attività è in corso di espletamento.
  • Il Settore ha predisposto gli atti necessari per partecipare al bando “Rigenerazione Urbana relativa alla richiesta di contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana, per il triennio 2021-2023, di cui all’art. 4 decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri (DPCM), di concerto con il Ministro dell’Economia e delle Finanze, il Ministro dell’interno e il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti del 21 gennaio 2021”. Con la partecipazione al predetto bando il Comune di Sassari intende realizzare un intervento del valore complessivo di € 16.000.000,00 che prevede: il completamento dell’ala nuova e la ristrutturazione dell’ala vecchia della Sede Uffici Servizi Sociali (€ 8.080.000,00), la sistemazione oliveto, aree verdi e recinzione (€ 900.000,00), il restauro dell’edificio vincolato su Via Zara da destinare ad uffici (€ 6.470.000,00) e la sistemazione del punto di ristoro (edificio ex circoscrizione) e del giardino verso via Savoia (€ 550.000,00).

III

Interventi P.R.U. (Programma di Riqualificazione Urbana):

  • Nell’ambito dei Programmi di Riqualificazione Urbana di cui ai DD.MM. 04.02.1995, 20.06.1995, 29.11.1995 e 30.10.1997, l’Amministrazione Comunale ha reperito in disponibilità un residuo di finanziamento pari a €. 1.130.000 euro. L’utilizzo vincolato al rifacimento di pavimentazione stradale, all’interno del centro storico, ha condotto alla scelta per intervento nelle vie intorno alla Scuola nel quartiere di San Donato. Durante sopralluoghi congiunti tra Dirigente e tecnici del Settore e di Abbanoa si è valutata l’opportunità di procedere a realizzare, simultaneamente, gli interventi sulle infrastrutture idriche e fognarie a cura di Abbanoa, ed il rifacimento dell’intero pavimentazione e sottostruttura stradale a carico del Comune di Sassari. Abbanoa ha confermato, con comunicazione formale del 10 Giugno u.s,. l’inserimento dell’intervento nel Piano degli Investimenti 2021-2023. Sono in corso le interlocuzioni tecniche finalizzate alle attività di progettazione congiunta.

IV

Edilizia scolastica:

  • con Decreto del Direttore Generale della Direzione generale per gli incentivi alle imprese del Ministero dello sviluppo economico è stato assegnato al Comune di Sassari un contributo per la realizzazione di opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale. L’Amministrazione ha ritenuto prioritario intervenire nella scuola primaria di via Forlanini. Nel corso dell’estate 2019, pertanto, i tecnici del Servizio Edilizia scolastica hanno predisposto un progetto dell’importo complessivo di € 210.000,00, approvato dalla Giunta Comunale n° 249 del 13.08.2020. Subito dopo è stato individuato l’operatore economico cui è stata affidata l’esecuzione dei lavori di efficientamento energetico del plesso scolastico. L’intervento, curato anche in fase di esecuzione da tecnici interni all’Amministrazione, è stato concluso nel corso del secondo semestre 2020.
  • L’Amministrazione ha ottenuto con lo strumento del piano Iscol@ ASSE II (Fondi Emergenze) un finanziamento regionale  di  € 320.000,00 per la scuola di via Camboni, Istituto Comprensivo di Li Punti. Trattasi di intervento volto alla  messa in sicurezza dell’istituto con l’impermeabilizzazione e la copertura dei locali della mensa, della cucina, così come della palestra, delle aule, dei servizi igienici e di altre zone e messa in sicurezza dell’impianto elettrico. A dicembre 2020, con deliberazione della Giunta Comunale n° 355, è stato approvato il progetto definitivo esecutivo. A marzo 2021 è stato stipulato il contratto d’appalto con la ditta esecutrice dei lavori. L’intervento è stato ultimato ed è in corso di approvazione il C.R.E. .
  • Sempre nell’ambito del piano Iscol@ ASSE II (Fondi Emergenze), l’Amministrazione ha ottenuto un altro finanziamento di € 262.500,00 per la scuola di via Ogliastra, Istituto Comprensivo di Monte Rosello Alto.Trattasi di intervento volto alla revisione e sistemazione della copertura metallica della palestra e ripristino delle strutture interne, sistemazione degli spazi esterni interdetti (campetto) e revisione dei servizi igienici. Con deliberazione della Giunta Comunale n° 143 del 14/05/2021 è stato approvato il progetto esecutivo. E’ in corso il procedimento per l’affidamento dei lavori.
  • Nell’ambito del programma regionale Iscol@ ASSE II sono stati programmati e posti in concreta attuazioneimportanti interventi nella scuola primaria e dell’infanzia di via Washington nella scuola primaria e dell’infanzia di via Cilea e nella scuola secondaria di 1° grado di via Gorizia. Nella scuola di via Washington, con uno stanziamento di € 474.000,00, sarà realizzata una nuova copertura metallica, sarà rifatto l’impianto idrico e sarà realizzato il nuovo ingresso nella via Rockefeller. Purtroppo, a seguito di gravi inadempienze della ditta incaricata dei lavori, nel mese di maggio si è proceduto alla risoluzione del contratto di appalto stipulato nel mese di settembre 2020. I lavori saranno affidati a nuovo operatore economico nel rispetto delle procedure previste dal codice dei contratti. Il procedimento di affidamento al secondo classificato in sede di gara, è in corso. Nella scuola di via Cilea, con uno stanziamento di € 325.000,00, è stata eseguita la ristrutturazione della palestra. I lavori si sono conclusi nel mese di ottobre 2020. Nella scuola di via Gorizia, con uno stanziamento di € 404.000,00, saranno rifatti l’impermeabilizzazione delle coperture, gli impianti idrico – sanitari e sarà realizzato l’impianto antintrusione. A luglio 2020, con deliberazione della Giunta Comunale n° 209, è stato approvato il progetto definitivo esecutivo. A dicembre 2020 è stato stipulato il contratto d’appalto con la ditta esecutrice dei lavori. L’intervento è in fase avanzata di esecuzione.
  • Nell’ambito dell’accordo quadro relativo agli interventi di manutenzione negli edifici scolastici, l’Amministrazione, coadiuvata dal Servizio competente, ha realizzato e curato un rilevantissimo numero di interventi, spesso di grande importanza per assicurare la sicurezza e la funzionalità degli edifici scolastici, che, per comodità di esposizione, sono riassunti nella scheda allegata alla presente relazione.   
  • Nell’ambito del programma regionale Iscol@ ASSE I, con uno stanziamento di € 2.201.926,36, sarà realizzata la nuova di scuola di Ottava, nella quale troveranno collocazione sia la scuola per l’infanzia che la scuola primaria, attualmente ubicate in due edifici distinti. Nel mese di febbraio 2021 è stato stipulato il contratto di appalto con la ditta esecutrice dei lavori. E’ avvenuta la consegna dei lavori.
  • Con un finanziamento regionale di € 500.000,00, l’Amministrazione sta procedendo all’esecuzione dei lavori di ristrutturazione del nido d’infanzia di via Pascoli. I lavori sono stati conclusi.
  • Con un finanziamento del M.I.U.R. di € 80.000,00, l’Amministrazione ha eseguito importanti interventi di manutenzione straordinaria nella scuola primaria di Villa Gorizia e in quella dell’infanzia di Caniga.
  • Con un finanziamento del M.I.U.R. di € 210.000,00, concesso per eseguire interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, saranno svolti lavori di adeguamento e messa in sicurezza nella scuola primaria di via Oriani. Con deliberazione della Giunta Comunale n° 72 del 09/03/2021 è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico – economica. Recentemente è stato affidato l’incarico professionale per la progettazione definitiva ed esecutiva.
  • Con fondi statali di € 160.000,00, recentemente concessi in favore del Comune di Sassari, saranno eseguiti interventi volti al recupero funzionale della palestra della scuola di via Porcellana, della scuola primaria di Caniga. E’ in via di approvazione il progetto esecutivo e a seguire l’affidamento dei lavori che saranno eseguiti dall’impresa titolare dell’accordo quadro.
  • Con un finanziamento di oltre 500.000,00 a valere su fondi strutturali europei P.O.N. sono stati eseguiti interventi di adeguamento e di adattamento funzionale degli spazi e delle aule didattiche in conseguenza dell’emergenza sanitaria da Covid nei vari istituti comprensivi presenti in città tutti portati a termine e già rendicontati sulle piattaforme digitali dedicate.
  • Il Settore ha predisposto gli atti necessari per partecipare ad un bando a valere sulla legge n° 160/2019 per la Ristrutturazione e riqualificazione di edifici scolastici di proprietà comunale da destinare a scuola dell’infanzia e asilo nido. Qualora il Comune di Sassari fosse finanziato, si darà corso alla realizzazione dei poli per l’infanzia in via Cicu ed in via Quasimodo per un importo complessivo di € 6.000.000,00, precisamente con due interventi distinti dell’importo di €. 3.000.000,00 ciascuno ;
  • da ottobre 2020 a giugno 2021 sono stati eseguiti i seguenti interventi di manutenzione su sostituzione o ripristino di impianti idrici su cui non si interveniva da decenni ( approvvigionamento accumulo distribuzione):
  • ISTITUTO COMPRENSIVO LATTE DOLCE- AGRO:
    • scuola primaria e dell’infanzia località Campanedda
    • scuola primaria località Palmadula
    • scuola dell’infanzia via Lago di Baratz
    • scuola dell’infanzia e scuola primaria Sant’Orsola
    • scuola dell’infanzia via Gessi
    • scuola secondaria di 1° grado via Cedrino
  • ISTITUTO COMPRENSIVO LI PUNTI:
    • scuola primaria e scuola dell’infanzia via Era
    • scuola primaria e dell’infanzia via De Martini – Villa Gorizia
    • scuola primaria e scuola dell’infanzia regione Ottava
    • scuola dell’infanzia via Camboni
    • scuola secondaria di 1° grado via Onida
    • scuola secondaria di 1° grado (sede staccata) regione San Giovanni
  •  
  • ISTITUTO COMPRENSIVO FARINA – SAN GIUSEPPE:
    • scuola primaria e dell’infanzia via Enrico Costa
    • scuola secondaria di 1° grado Corso Cossiga
  •  
  • ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO BASSO:
    • scuola primaria piazza Sacro Cuore
    • scuola dell’infanzia piazza Sacro Cuore
    • scuola primaria via Baldedda
    • scuola secondaria di 1° grado via Pavese
  • ISTITUTO COMPRENSIVO SAN DONATO:
    • scuola primaria e secondaria di 1° grado via Forlanini
    • scuola dell’infanzia località La Landrigga
  • ISTITUTO COMPRENSIVO PERTINI – BIASI:
    • scuola secondaria di 1° grado via Gorizia
  •  
  • ISTITUTO COMPRENSIVO PASQUALE TOLA:
    • scuola secondaria di 1° grado via Monte Grappa
    • scuola primaria e dell’infanzia via Washington
    • scuola primaria via Civitavecchia
    • scuola primaria e dell’infanzia via Genova
  •  
  • ISTITUTO COMPRENSIVO BRIGATA SASSARI:
    • scuola secondaria di 1° grado via Mastino
    • scuola primaria e dell’infanzia via Oriani
  •  
  • ISTITUTO COMPRENSIVO MONTE ROSELLO ALTO:
    • scuola primaria via Manzoni (sede centrale)
    • scuola primaria e dell’infanzia via Manzoni

V

Gestione impianti sportivi:

Al fine di eseguire interventi negli impianti sportivi cittadini, il Comune di Sassari, aderendo ad iniziative diverse, ha acceso 4 mutui a valere sui fondi Jessica e 5 mutui a valere su fondi del Credito Sportivo.

Attraverso i fondi Jessica sono stati programmati interventi nel Palasport “Roberta Serradimigni”, per € 4.300.000,00, nel centro polisportivo del quartiere di Carbonazzi, per € 600.000,00, nell’area sportiva polivalente nel quartiere di Latte Dolce, per € 560.000,00, e nell’area sportiva polivalente nel quartiere di Monte Rosello, per € 750.000,00.

  • Quanto agli interventi presso il palasport “Roberta Serradimigni”, è stata affidata  l’esecuzione dei lavori principali, dell’importo di € 4.300.000,00, all’operatore economico  individuato attraverso procedura aperta. Nel frattempo si è dato avvio alla progettazione definitiva dei lavori di completamento, finanziati dalla RAS per l’importo di ulteriori complessivi € 6.000,000,00. L’operatore economico incaricato della progettazione ha presentato il progetto definitivo sul quale hanno formulato il proprio parere positivo sia il C.O.N.I. che il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco. La società incaricata della verifica del progetto sta ultimando le attività collegate al proprio incarico e in breve tempo il progetto sarà validato e presentato alla Commissione provinciale per i pubblici spettacoli per acquisire il relativo parere. Esaurite queste fasi si potrà dare corso alla progettazione esecutiva ed all’appalto dei lavori attraverso il ricorso all’istituto dell’appalto integrato.
  • Quanto agli interventi presso il centro polisportivo del quartiere di Carbonazzi è stato stipulato il contratto di appalto ed attualmente l’intervento è in fase avanzata di esecuzione, si è in attesa del nuovo parere della Lega Nazionale al per poi realizzare la posa del manto in erba sintetica.
  • Quanto agli interventi nell’area sportiva polivalente nel quartiere di Latte Dolce e nell’area sportiva polivalente nel quartiere di Monte Rosello, i lavori sono stati completati.

Attraverso i fondi del Credito Sportivo, invece, sono stati programmati interventi nel centro sportivo A.S.D. Accademia, per € 378.000,00, nel parco Solinas Cocco Adelasia di via Gennargentu, per € 150.000,00, nel complesso sportivo “Torres Tennis”, per € 350.000,00, nell’impianto sportivo di Campanedda, per € 685.000,00, e nell’impianto sportivo di viale Adua, per € 850.000,00.

  • Gli interventi relativi al centro sportivo A.S.D. Accademia, al parco Solinas Cocco Adelasia di via Gennargentu, all’impianto sportivo di Campanedda ed al complesso sportivo “Torres Tennis”  sono stati completati,. Per quanto riguarda, invece, l’intervento nell’impianto sportivo di viale Adua si evidenzia che i lavori sono in corso di avanzata  esecuzione ed è in fase di avvio la posa del manto sintetico essendo già stato realizzato il sottofondo.
  • Nel dicembre 2019 la Regione Autonoma della Sardegna ha formalmente autorizzato l’affidamento dei lavori di completamento dello stadio dei pini “Tonino Siddi” per una spesa di € 117.000,00 oggi portati a termine. Con detto intervento sono stati riqualificati i servizi igienici e le tribune. Con contratto 2021/73 del 24 Giugno 2021 sono stati affidati i lavori per l’impermeabilizzazione del pistino coperto con rifacimento della pavimentazione sportiva in materiale gommoso.
  • Attraverso l’accordo quadro vengono svolti, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria presso gli impianti sportivi cittadini.

VI

Gestione impianti tecnologici:

  • Dal mese di marzo 2019 il nuovo concessionario, individuato attraverso l’espletamento di un project financing, ha iniziato la gestione del cimitero cittadino e del cimitero di Palmadula e la conduzione del forno crematorio. Il concessionario, nel corso della durata della concessione, curerà la manutenzione ordinaria e straordinaria del cimitero, realizzerà un nuovo forno crematorio che andrà a sostituire quello esistente, ormai poco efficiente, e costruirà nuovi manufatti che si rendessero necessari. Relativamente alla realizzazione del nuovo forno si evidenzia che il progetto è stato approvato con deliberazione della Giunta Comunale n° 142 del 14/05/2021; il valore dell’intervento è pari ad € 1.619.000,00.  Tale intervento costituisce un primo stralcio del più complessivo piano degli investimenti sopra citato.
  • Sotto il profilo delle politiche di efficientamento energetico è stata portato a compimento il procedimento per l’affidamento in concessione del servizio energia e gestione integrata degli impianti termici e degli impianti elettrici degli stabili, degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici di proprieta’ del Comune di Sassari mediante asta pubblica. Il servizio è stato affidato alla società Engie Servizi S.p.a. vincitrice della predetta gara. E’ corso di stipula il contratto di appalto
  • Attraverso appositi contratti vengono gestiti i servizi di manutenzione controllo e verifica degli impianti elevatori, degli impianti antincendio e del parco estintori a servizio degli edifici di proprietà dell’Ente.
  • E’ stato avviato l’iter relativo all’individuazione dell’operatore economico cui affidare il servizio di ingegneria e architettura consistente nella progettazione delle opere necessarie per la messa in sicurezza della diga del Bunnari bassa, per la quale l’Ente è beneficiario di un finanziamento da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di € 7.400.000,00. Detto procedimento è stato portato a termine e nel mese di aprile 2021 è stato sottoscritto il contratto di appalto. E’ in corso la redazione del Progetto di Fattibilità Tecnico-Economica;
  • Grazie ad un finanziamento ottenuto dalla Giunta di € 210.000,00 ed erogato dal Ministero dell’Interno si procederà nel corso del corrente anno all’esecuzione di un importante intervento di adeguamento alle norme di sicurezza nell’Istituto Casa Serena.
  • I lavori presso il nuovo mattatoio di “Truncu Reale” sono stati ultimati nel mese di gennaio 2021. Nell’ambito degli obblighi contrattuali, l’appaltatore sta curando le pratiche amministrative che precedono il così detto pre-esercizio dell’impianto. Tali attività sono in carico all’appaltatore che dovrà conseguire il così detto “Bollino CE”.

VII

Gestione del Mercato Civico:

  • Con Deliberazione della Giunta Comunale n. 33 del 09.02.2021, nell’ambito della revisione della Macrostruttura viene assegnato al Settore Lavori Pubblici la gestione e implementazione del Mercato Civico Comunale. Con Determina Dirigenziale n.623 del 10/03/2021 è stato costituito l’Ufficio di Direzione. Successivamente alla costituzione dell’ufficio si è preceduto ad effettuare una ricognizione sullo stato di manutenzione della struttura e degli impianti installati nell’edificio, che ospita il mercato al piano terra e una piazza al piano superiore, e sulla gestione degli spazi comuni. Sono stati sentiti gli operatori commerciali le cui istanze sono state ricevute e discusse. E’ stato pertanto dato avvio agli interventi di manutenzione sulle parti dell’edificio causa di malfunzionamento e di disagio per gli operatori che hanno interessato parti strutturali e impiantistiche:
  • predisposizione della chiusura dell’area non ultimata nel piano della piazza;
  • interventi di manutenzione edile nell’area carico/scarico merci;
  • eliminazione delle infiltrazioni nell’area mercatale dalla piazza soprastante.
  • E’ stato definito lo studio per l’installazione di un sistema di videosorveglianza integrato con quello stradale per le aree circostanti la struttura;
  • E’ stata riorganizzata la modalità di conferimento dei rifiuti, in accordo con il Settore Ambiente, ora più efficace.
  • Gli operatori commerciali sono stati istruiti circa la nuova modalità di pagamento;

VIII

Uffici comunali:

  • Attraverso l’accordo quadro vengono svolti, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria presso tutti gli uffici comunali.
  • Oltre a quelli eseguiti attraverso l’accordo quadro, il cantiere comunale pone in essere una rilevantissima quantità di interventi manutentivi in tutti gli edifici di proprietà comunale.

Sassari 01.07.2021

Assessore ai Lavori Pubblici                (avv. Gianfranco Meazza)

Settore Infrastrutture e Mobilità sintesi lavoro giugno 2020-luglio 2021

I

Il Settore Infrastrutture e mobilità ha avviato interventi per il rifacimento del manto stradale, ripristini, eliminazione avvallamenti, modifica e adeguamento di marciapiedi e altri interventi di manutenzione di tratti di diverse strade cittadine, per un importo di circa € 2.100.000,00 tra cui: Via Siglienti, Via Fermi, Via Besta, Via Ugo La Malfa, Viale Porto Torres,  Via Predda Niedda, Via Milano, Via Chironi, Via Giorgio Asproni, Via Budapest, Viale Papa Giovanni Paolo II, via Poligono, corso Giovanni Pascoli, via Antonio Pigliaru, via don Luigi Sturzo, via Savoia, via Luna e Sole, via John F. Kennedy, piazza San Giovanni Bosco, via Antonio Taramelli, via Antonio Gramsci, via Giovanni XXIII (bretellina), via Pirandello, via Mons. Marongiu del Rio, Largo Londra, Via Turati,  via Dei Gremi, via Cavour, via Deffenu, via Repubblica Romana, via Wagner, via Raffa Garzia, viale Mancini, via Mastino, via Prunizzedda e Piazzale Segni. Gli interventi di manutenzione hanno riguardato anche il centro storico, per un importo di circa € 950.000,00 dove sono stati portati a compimento i lavori di riqualificazione relativi all’area di San Donato che ha ricompreso Piazza Pescheria, Via Pescheria, Vicolo Chiuso A, Vicolo Chiuso C, Vicolo Mercato, Via Mercato, Via Ramai, Via San Cristoforo e Vicolo Dussoni. Nel mese di maggio 2021 sono stati inoltre consegnanti i lavori relativi a Vicolo Agnesa, Vicolo Chiuso C di Corso Vittorio Emanuele II, attualmente in corso di esecuzione.

Oltre agli interventi programmati sopra descritti, in base alle risorse messe a disposizione, il Settore ha assicurato la manutenzione delle pavimentazioni pedonali e stradali mediante contratti di appalto in accordo quadro, nell’area delle zone Centro Storico e zona ottocentesca, Porcellana, San Pietro, Monserrato, San Giuseppe, Carbonazzi, Latte Dolce, Luna e Sole, Cappuccini, Sant’Orsola, Monte, Sacro Cuore, Baddimanna e Sassari 2,  tratto comunale della Buddi-Buddi, Periferie, borgate, Nurra e agro per un importo complessivo di circa € 140.000,00.

Nel mese di giugno 2021 è stata ultimata ed è in corso di approvazione la progettazione relativo agli interventi di messa in sicurezza dei marciapiedi di via Torres, via IV novembre e via Genova, per un importo di circa € 145.000,00 propedeutici al rifacimento della pavimentazione stradale.

II

Mediante accordo quadro sono stati avviati lavori di manutenzione della segnaletica orizzontale e verticale non luminosa nelle vie cittadine (es. via Asproni, via Deffenu, via Roma, via Washington, via De Nicola, via Marghinotti, via Simon, via Carlo Felice, via Pinna, ecc. ), che hanno riguardato, tra l’altro, il ripristino degli attraversamenti pedonali nei luoghi di maggiore concentrazione in prossimità di scuole, ospedali, luoghi di culto e di grande afflusso. Sulla base delle risorse disponibili, un primo applicativo per € 78.630,60 è stato concluso nel mese di giugno 2021 ed è in corso di predisposizione un secondo applicativo per ulteriori circa € 70.000,00.

Gli interventi hanno riguardato le seguenti zone: Via Duca degli Abruzzi, Viale Dante, Via Napoli, Via Genova, Via Zanfarino, Via Diaz, Via Alghero, Via Tempio, Via Galilei, Via Marsiglia (in generale interventi nel comparto viale Dante, Via Asproni, Via Napoli, Via Duca degli Abruzzi con rifacimento segnaletica orizzontale e riqualificazione della segnaletica verticale).

III

A causa di un cedimento del rilevato, nel mese di settembre 2020 è stato necessario interdire al traffico veicolare il tratto di viale Trento compreso tra viale Umberto e via Principessa Iolanda. L’Amministrazione Comunale ha tempestivamente richiesto e ottenuto dalla Regione Sardegna un finanziamento pari ad € 1.100.000,00 per consentire l’avvio dei necessari interventi di consolidamento. Il Settore ha provveduto senza indugi ad affidare i servizi di progettazione e, con Delibera di Giunta n. 372 del 18 dicembre 2020 è stato approvato il progetto di fattibilità tecnico ed economica. Attualmente è in corso di svolgimento la conferenza di servizi finalizzata all’acquisizione dei pareri necessari per l’approvazione della progettazione definitiva.

IV

Alla fine del 2020 sono stati ottenuti due contributi ministeriali relativi alla progettazione degli interventi di messa in sicurezza del ponte Rosello e del viadotto don Sturzo per complessivi circa € 367.000,00. Per quanto riguarda inoltre il ponte Rosello, è stato ottenuto un ulteriore finanziamento pari ad € 160.000,00 relativo all’esecuzione dei primi interventi di messa in sicurezza. In conseguenza di tali finanziamento, il Settore ha avviato le procedure per l’affidamento dei servizi di progettazione e sono in corso di svolgimento le procedure di gara.

V

Il Settore è impegnato nello svolgimento di importanti attività finalizzate alla mitigazione del rischio idraulico e idrogeologico del territorio comunale. Nel mese di aprile 2021 sono stati avviati i lavori di manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua finanziati dalla Regione Sardegna per un importo di circa € 279.000,00.

Nel mese di ottobre 2020 è stata avviata la procedura per la verifica di assoggettabilità a VIA dell’intervento per il superamento delle problematiche idrauliche del canale coperto Rio Calamasciu – Z.I. Predda Niedda Sud  – importo € 1.900.000,00 – e, ad aprile 2021, è stato trasmesso all’Agenzia Regionale del Distretto Idrografico della Sardegna, lo Studio di Compatibilità Idraulica sull’intervento proposto e si è in attesa di conoscere le determinazioni, per entrambi i procedimenti, da parte della autorità interessate.

Nel mese di febbraio 2021 sono state avviate le indagini preliminari consistenti nell’esecuzione di sondaggi, pozzetti geognostici e prove di laboratorio, necessarie per dare avvio alla progettazione degli interventi per il superamento delle problematiche idrauliche del canale coperto Via Sorso-Viale Sicilia – importo pari a Euro 1.900.000,00.

A fine  2020 sono stati ottenuti tre importanti contributi, regionali e ministeriali, finalizzati alla progettazione e all’esecuzione di interventi di mitigazione del rischio idraulico come di seguito riportato:

  • € 340.000,00 per la progettazione degli interventi di mitigazione del pericolo di esondazione e dissesto idrogeologico di un tratto del rio Giuncheddu in località Gioscari-Rizzeddu;
  • € 460.000,00 per la progettazione della sistemazione idraulica dell’alveo del rio Calamasciu dalla zona industriale Predda Niedda alla borgata di Caniga;
  • € 460.000,00 per la progettazione della messa in sicurezza del Fosso della Noce ed € 5.000.000,00 per l’esecuzione dei conseguenti interventi;

Il Settore ha predisposto i Documenti preliminari alla progettazione dei primi due interventi e il progetto di fattibilità tecnico ed economica del terzo che sono stati oggetto di approvazione e presa d’atto da parte della Giunta Comunale. Sono attualmente in corso le procedure di gara per l’affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura.

VI

Nell’ambito dell’intervento di realizzazione del centro intermodale, sono stati ultimati i lavori di bonifica dell’area di via XXV Aprile per un importo finanziato pari ad € 3.000.000. Attualmente sono in corso le operazioni di collaudo tecnico-amministrativo ed è stato affidato l’incarico professionale per  la redazione della nuova analisi di rischio sulla base dell’aggiornamento del modello concettuale, necessaria in conseguenza della rimodulazione progettuale dell’area di parcheggio che non prevede più alcun piano interrato.

VII

Nel corso del 2021 sono stati installati e messi in funzione i pannelli a messaggio variabile finalizzati a pubblicità commerciale e comunicazioni istituzionali nell’ambito di un affidamento in concessione per un valore € 638.626,25 per la durata complessiva di anni cinque. Le installazioni sono ubicate nei punti di ingresso alla città in Viale Porto Torres, Via Amendola, Via Pirandello, Via Coppino, via Predda Niedda e via Budapest.

VIII

Alla fine del 2020 è stata perfezionata e conclusa positivamente la procedura di riscatto degli impianti di illuminazione pubblica Enel Sole, risolvendo definitivamente il ventennale problema degli oltre 1000 pali luce Enel Sole.

IX

Nell’ambito della funzione di supporto tecnico-scientifica e di pianificazione di protezione civile, il Settore ha provveduto a predisporre le schede monografiche e di monitoraggio dei punti critici del territorio comunale finalizzate all’aggiornamento del piano comunale di protezione civile.

X

Con riferimento all’apposito finanziamento ministeriale di € 621.000,00, nel mese di maggio 2021 si è proceduto ad aggiudicare i servizi tecnici per la redazione del PUMS.  La Società aggiudicataria ha provveduto a consegnare il Piano operativo dettagliato contenente il programma generale di tutta le attività da eseguirsi e le modalità operative con particolare riferimento alle attività di indagine. Attualmente il Piano è in fase di verifica e validazione.

Sempre in tema di mobilità sostenibile, il Settore ha proseguito le attività relative al Piano Comunale della Sicurezza Stradale (PCSS), affidando i servizi tecnici per la progettazione. Con Deliberazione di Giunta Comunale del 15/06/2021 n. 2021/183 è stato approvato il progetto di Fattibilità Tecnico Economica che comprende la realizzazione di vari attraversamenti pedonali luminosi (intersezione via Coppino – corso Angioi, via Pirandello in prossimità del Poligono di tiro, via Pirandello in prossimità del parcheggio auto di via Pirandello, via Predda Niedda pressi Tanit, via Budapest, viale Porto Torres pressi ex Auchan, via Carlo Felice, via Luna e Sole pressi Canopoleno) oltre che di una minirotatoria nell’intersezione via Garavetti – via Abozzi e di un impianto semaforico in via De Martini.

Ancora in tema di mobilità sostenibile, sono proseguite le attività dell’intervento denominato “MO.S.S. – Mobilità Sostenibile a Sassari”. In particolare, in riscontro alla osservazioni formulate dal Ministero della transizione Ecologica, Direzione Generale per il Clima, l’Energia e l’Aria nel mese di marzo 2021, si è provveduto a redigere una nuova rimodulazione del Programma Operativo di Dettaglio e si è in attesa di ricevere la necessaria approvazione.

Infine, Il Settore sta istruendo e verificando la fattibilità del progetto Spark – Sardegna Parking applicato al territorio urbano comunale della città di Sassari che è stata inserita dalla Regione Autonoma della Sardegna tra i comuni pilota per la sperimentazione del progetto finalizzato a mettere a disposizione dei cittadini un’app per dispositivi mobili che indichi i parcheggi liberi più vicini alla posizione.

XI

Sono stati riavviati i lavori di adeguamento e messa in sicurezza dell’asse via Milano – via Carlo felice che erano stati interrotti a causa del fallimento dell’operatore economico risultato primo aggiudicatario dell’appalto. All’esito delle operazioni di interpello, si è provveduto ad affidare i lavori all’impresa seconda classificata e, dopo la ripresa, sono già stati ultimati i primi 450 metri di pista ciclabile compresi i sotto-servizi e sono in corso di realizzazione gli asfalti stradali. 

Analogo procedimento è stato avviato per quanto riguarda i lavori di realizzazione della rotatoria di via Verona a seguito della risoluzione contrattuale per inadempimento dell’impresa affidataria.

XII

Proseguono le attività del progetto periferie urbane di importo finanziato pari a € 15.969.997,00 per la riqualificazione urbana dei quartieri periferici di Latte dolce, Santa Maria di Pisa, Sassari 2, Baddimanna. In particolare, dall’estate del 2020 ad oggi, si è provveduto:

  • ad ultimare l’intervento relativo ai percorsi ciclopedonali di Baddimanna che ha ricompreso la realizzazione della pista ciclabile via Piredda e via Bonorva e la bitumatura di alcune vie del quartiere;
  • alla consegna dei lavori relativi alla realizzazione della pista ciclabile del quartiere di Sassari 2 comprendente le vie Berlinguer e Pertini;
  • alla consegna dei lavori relativi alla realizzazione dei percorsi pedonali dei quartieri di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa;
  • alla consegna dei lavori relativi alla realizzazione dei parcheggio a raso di via Solari e di via Donizetti;
  • alla sottoscrizione dei contratti di appalto con le imprese esecutrice dei lavori di realizzazione delle piste ciclabili dei quartieri di Latte Dolce (passante per le vie Donizetti, via Leoncavallo, la via Cedrino,  Cilea, Vivaldi e  Bottego) e di S. Maria di Pisa (passante per le vie Donizetti e via Cilea)

E’ stata avviata un’attività di ricognizione generale dei restanti interventi non ancora avviati per problematiche di natura tecnica e, con delibera 103/2021 del 9 aprile 2021 la Giunta Comunale ha provveduto ad impartire nuovi indirizzi in ordine agli interventi relativi alla passerella di collegamento del quartiere di Baddimanna e ai parcheggi di Baddimanna e di Latte Dolce e Santa Maria di Pisa. Un’attività di rimodulazione è in corso per quanto riguarda l’intervento relativo ai punti di stazione di bike sharing e agli impianti sportivi di S. Maria di Pisa.

Sassari 01 .07.2021

Assessore alle Infrastrutture  della Mobilità e Traffico

                                        (avv. Gianfranco Meazza)

a Zent’anni

Il 14 agosto ci sarà la Festa più importante,  la “faradda della festa manna”.  Si celebrerà nel suo significato principale e profondo ma purtroppo ancora nel  rispetto del distanziamento sui protocolli covid 19. Pur con i limiti necessari dovuti alla pandemia rimane sempre la grande rievocazione della Faradda, importante festa di  storia civile e religiosa. Quella dei Candelieri, dell’Assunta e di Nostra Signora di Mezzagosto. Tanto era importante che, se si risale a oltre cinquecento anni fa, il Municipio soleva concedere una salvacondotto ai debitori morosi. Si avvertiva il pubblico che tutti i debitori potessero liberamente circolare per le vie di Sassari senza tema di venire arrestati, tanto nei 20 giorni precedenti la festa che in quelli successivi. Una sorta di clemenza.

La Festa dei Candelieri assume potenza di significato. 

Di significato religioso. Perché ricorda la devozione dell’assunzione in cielo della Madonna. Una storia millenaria di cristianità che ha attraversato l’alto medioevo e proseguito nel nostro Comune come in tanti altri anche come ringraziamento per la cessazione delle pestilenze. Ma pure potenza di significato per il richiamo alla storia della Comunità. Memoria di uno spaccato della storia di Sassari, costituita da una complessa rete di rapporti personali, orizzontali e verticali che nel 1200 diedero vita a una pluralità̀ di corpi sociali,  di artigiani e mercanti, nella manualità imperante,  con arti e mestieri, rapporti di fedeltà e patti di signoria.

Una diffusione di corpi sociali che sono anche corpi politici, per una situazione di sovranità̀ diffusa che si esprimeva attraverso la rete dei giuramenti. I quali  si svilupparono dai più semplici rapporti di fedeltà a convenzioni sempre più complesse e articolate come le associazioni private, i gremi e le corporazioni. Anche “l’intregu” , il saluto e lo scambio tra la bandiera del più importante gremio dei massai e il gonfalone della Città rientrava tra quelle simbologie, quei patti di fede che cementavano il rapporto tra  potere civile e quello politico per il mantenimento della pace cittadina. 

E’ importante rievocare questi momenti che sembrano storicamente lontani, oggi, nell’era della globalizzazione avanzata in viaggio verso il transumanesimo. Nella auspicabile riforma delle istituzioni e nella valutazione e bilanciamento tra poteri sovranazionali e quelli dello stato, essenziale allora è il ruolo essenziale del comune come ente  locale territoriale e il rafforzamento della sua autonomia. Sarebbe la giusta sintesi, non solo perché l’autonomia ha origini secolari, ma perché sarebbe il modello più idoneo di vicinanza alla persona e  alla  peculiarità di ciascun territorio, in grado di compensare e ridurre la forte dimensione della liquidità della globalizzazione e degli organismi sovranazionali ormai dominanti. 

A Zent’anni.

Sassari, agosto 2021

Lavori in viale Mancini

Lunedì 26 luglio partono i lavori di fresatura, bonifica e bitumatura di viale Mancini, tra corso Angioy e viale Italia, che dovrebbero concludersi il 3 agosto, salvo imprevisti.

Le attività, divise in due fasi, si svolgeranno a traffico aperto su viale Mancini ma con restringimento su un’unica corsia; ciò necessariamente comporterà rallentamenti della circolazione.

L’impresa appaltatrice è la ditta Farel Impianti e l’intervento ricade nel terzo contratto applicativo dell’Accordo Quadro di Manutenzione delle Strade Urbane per un importo di circa 75.000,00.

Al via i lavori di riqualificazione del cimitero

Con l’approvazione del progetto esecutivo da parte del Comune di Sassari, inizia la seconda fase dell’affidamento in concessione del sistema cimiteriale che sarà caratterizzata da importanti investimenti per il miglioramento del servizio. Si tratta di un primo lotto di interventi che ammonta a circa 1,8 milioni di euro completamente a carico della società concessionaria. I lavori inizieranno entro la metà di luglio con la volontà di terminare gli interventi più significativi entro le festività dei Santi.

Dopo l’avvio di un percorso di informatizzazione, il censimento dell’intero patrimonio immobiliare cimiteriale e la definizione del nuovo modello gestionale, si passa ora agli interventi strutturali nell’area dell’ingresso principale e nel tempio crematorio.

«Saranno ristrutturati completamente gli uffici e le camere ardenti e sarà realizzata una nuova e confortevole sala d’attesa a disposizione dell’utenza – afferma Paolo Zanghieri, presidente della Servizi Cimiteriali Sassari -. Il tempio crematorio subirà una grande trasformazione, con l’installazione di un nuovo forno, il rifacimento complessivo degli impianti e un adeguamento strutturale sia dell’immobile sia dell’area esterna».

L’obiettivo di questi primi investimenti è quello di garantire un servizio migliore con la diminuzione dei tempi d’attesa e il potenziamento delle performance ambientali per quanto concerne la cremazione e una riqualificazione delle aree destinate all’utenza al fine di mettere a disposizione locali rinnovati e in linea con i più alti standard qualitativi.

«Ci scusiamo sin d’ora per i disagi che inevitabilmente ci saranno: la programmazione dei lavori – concludono Comune e Società Concessionaria – sarà comunque effettuata cercando di limitare al massimo le problematiche all’utenza; la collaborazione fra pubblico e privato sta dando buoni risultati e finalmente funziona».Con l’avvio dei lavori al tempio crematorio sarà istituito un servizio di trasporto dei feretri al crematorio di Olbia allo scopo di limitare i disagi alle famiglie e di garantire continuità del servizio: per i residenti di Sassari il servizio sarà gratuito.

Proseguono i lavori in via Milano

È stato completato il primo tratto dei lavori di adeguamento e messa in sicurezza del tratto di strada di via Milano, compreso tra la rotatoria di via Ugo La Malfa e quella di via Vardabasso. Da lunedì 5 luglio le attività proseguiranno con la realizzazione nel tratto ascendente del marciapiede ciclo-pedonale per circa 450 metri, verso Scala di Giocca, tra la rotatoria di via Milano direzione Osilo e l’Istituto d’arte.

In corrispondenza dei lavori il traffico sarà consentito “a senso unico alternato”, regolato da impianto semaforico.

Le attività, salvo contrattempi, dovrebbero concludersi in 45 giorni.

Piano urbano per la Mobilità sostenibile, affidata la redazione

Garantire a tutti i cittadini soluzioni di trasporto che permettano di accedere alle destinazioni e ai servizi chiave; migliorare le condizioni di sicurezza; ridurre l’inquinamento atmosferico e acustico, le emissioni di gas serra e i consumi energetici; migliorare l’efficienza e l’economicità dei trasporti; contribuire a migliorare l’attrattività del territorio e la qualità dell’ambiente urbano di Sassari a beneficio della collettività edell’economia. Con questi obiettivi la Giunta aveva stabilito di dotare -per la prima volta – la città di un Piano Urbano della Mobilità Sostenibile del Comune di Sassari e oggi è stato sottoscritto con la società Sintagma di Perugia il contratto di affidamento relativo al servizio di redazione. 

Per 194.488 euro è prevista anche stesura del Piano generale del Traffico Urbano (PGTU), del Piano del Trasporto Pubblico Urbano (PTPU), il Biciplan, il Monitoraggio PUMS 2021-2023 e a cui seguirà anche il Piano per l’abbattimento delle barriere architettoniche (PEBA).

Il Piano Generale del Traffico è uno strumento di pianificazione del traffico, finalizzato al miglioramento delle condizioni della circolazione e della sicurezza stradale, alla riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico e al risparmio energetico. Il Piano Trasporto Pubblico Locale (PTPU) concerne il piano di settore del piano urbano del traffico, con lo scopo di ottimizzare l’efficienza dei servizi di trasporto pubblico sia nella loro erogazione sia nella gestione, in modo da andare incontro al meglio alle esigenze di spostamento dei cittadini, in termini quantitativi e qualitativi, con riferimento anche al miglioramento di sicurezza, affidabilità e comfort.

Il BiciPlan invece rappresenta lo strumento di programmazione finalizzato allo sviluppo, diffusione e protezione della mobilità ciclistica: dovrà coordinare gli interventi sulla ciclabilità, dalla riqualificazione dei percorsi esistenti alla realizzazione dei nuovi, dal progetto di segnaletica e riconoscibilità degli itinerari ciclabili alla creazione di servizi e allo sviluppo di idee per la comunicazione e il marketing.